Artisti

Home > Artisti > Michele Festa

Opere

Michele Festa
S.F. 71 B
acciaio ossidato
cm 300x170x120
2001
Michele Festa
S.F. 73 B
acciaio ossidato
cm 135x163x102
2001
Michele Festa
S.F. 44 porta
acciaio ossidato
cm 190x205x130
1996
Michele Festa
S.F. 39 porta
copper and oxidized steel
cm 73x90x47,5
1996
Michele Festa
S.B.29
lamiera bronzo
cm 38,5x28
1989

Michele Festa

Michele Festa nasce a Milano nel 1931. Inizia la propria attività artistica nel 1953. Nel 1956 tiene la sua prima mostra personale alla Galleria degli Artisti di Milano e nel 1959 espone alla Galleria del Baguttino una serie di sculture in pietra e bronzo.
Agli inizi degli anni sessanta, dopo una breve esperienza informale, riprende a “modellare” usando lastre di cera per “costruire figure”. Approfondisce così il rapporto tra materia e forma cercando effetti cromatici con l'uso di materiali diversi. Nel 1966 tiene una mostra personale alla galleria Rizzato-Whitwort e successivamente inizia a partecipare a mostre collettive in Italia e all'estero.
All'inizio degli anni sessanta abbandona le tecniche tradizionali e comincia a lavorare con lastre di acciaio inox, tagliate e sagomate, e perspex fluorescente per inserire il colore nelle strutture. Nei primi anni settanta con un processo di stilizzazione sempre più ardito, realizza forme e strutture astratto-geometriche, con l'uso del cerchio che delimita lo spazio e il tema del recupero progressivo del volume nella scultura, e a tale proposito realizzerà alcune grandi sculture a Francoforte, Norimberga e Parigi. Successivamente comincia ad indagare il rapporto intercorrente tra scultura, architettura e natura.
Il lavoro degli ultimi anni è incentrato sull'instabilità delle forme nello spazio e sull'accentuazione del disequilibrio nelle strutture architettoniche: Stele, Colonna, Porta.
I risultati di questa ricerca sono già stati esposti da Lorenzelli Arte nel 1992 e alla mostra “Percorsi dell'astrazione a Milano” al Museo della Permanente a Milano nel 1995, e poi a Colonia, alla mostra: “Scultura e segno”, a Regensburg, linz, Innsbruck, Vienna. Realizza inoltre una grande scultura in ferro per il progetto: “Percorso della scultura” alle Torbiere di Provaglio d'Iseo (1995).
Del 1996 sono le personali alla galleria d'arte Moderna Poduie di Trieste, alla Galleria Zdlu di Lublijana, “Scultura e colore” al Castello di Sartirana e al Castello Visconteo di Pavia e alla Galleria d'arte Moderna di Gazzoldo degli Ippoliti, Mantova.
In diverse occasioni esporrà opere ad Arte Fiera a Bologna, presso lo stand Lorenzelli Arte, e nel 1999 terrà una mostra personale al Bonner Kunstverein, Bonn.
Nel 2000 è la volta di “Sculture”, all'Università di Pavia e della mostra: “I segni della scultura”, allo spazio Laboratorio Hajech di Milano (2001). Ancora nel 2001 espone nuovamente a Bologna, a Pordenone, a Milano e al Museo “G. Bargellini” di Pieve di Cento. Nel 2002 espone a Perugia, alla mostra “Arte a Milano” e alla mostra “Italien – Neue positionen der Konkrete Kunst”, Landenhaup Stadt, Erfurt. Presso Lorenzelli Arte ha esposto nel gennaio 2003 una trentina di nuove sculture alla mostra “Contrappunti spaziali”.
Una sua grande scultura è stata collocata nel giugno dello stesso anno all'interno del Parco Archeologico ex Breda di Sesto San Giovanni quale installazione permanente.
Michele Festa muore il 8 luglio 2010 a Milano.