Artisti

Home > Artisti > Max Bill

Opere

Max Bill
Transcoloration zu rot von gelb
olio su tela
cm 33x33
1972
Max Bill
vier gleichgrosse farben
olio su tela
cm 40x80
1970
Max Bill
Zwei zonen
olio su tela
cm 62x62
1965-1966
Max Bill
1+2+3 im weissen feld, 1967-1970, olio su tela, cm 80x80


Max Bill
Strahlung von violet zu grün, 1972/74, olio su tela, cm 80x80


Max Bill
Transcoloration aus braun, 1972/75, olio su tela, cm 80x80


Max Bill
Strahlung aus violet, 1972/74, olio su tela, cm 62x62


Max Bill
weisse durchdringung, 1970, olio su tela, cm100x100


Max Bill
weisse durchdringung, 1970, olio su tela, cm100x100


Max Bill
farbe und schwarz , 1971, olio su tela, cm 33x33


Max Bill
farben um schwarz und weiss, 1977, olio su tela, cm 80x80


Max Bill

Max Bill nasce a Wintherthur, Svizzera, il 22 dicembre 1908.
Tra il 1924 e il 1927 studia presso la Scuola Artigiana di Zurigo. Tra il 1925 e il 1929 compie diversi viaggi di studio tra Francia e Italia. Tra il 1927 e il 1929 studia al Bauhaus di Dessau.
Tra il 1932 e il 1936 partecipa alle attività del gruppo parigino “Abstraction-Création”. Le prime sculture di Max Bill risalgono al 1933.
Nel 1936 viene insignito del “Grand Prix” esponendo al Padiglione svizzero della Triennale di Milano; l'anno seguente aderisce alla “Allianz”, Unione artisti svizzeri moderni e fonda l'omonima casa editrice nel 1941. Del 1944 è l'organizzazione della prima mostra internazionale “Arte concreta” alla Kunsthalle di Basilea.
L'attività dell'artista in questi anni è molto intensa; oltre che dedicarsi all'arte Bill insegna e tiene conferenze, scrive e pubblica trattati, organizza esposizioni e continua a viaggiare frequentemente all'estero. Attività teoriche, interessi e attitudini che egli coltiverà e manterrà per tutta la vita. Nel 1951 viene nuovamente insignito del Grand Prix alla Triennale di Milano e del gran premio per la scultura alla I Biennale de arte di Sao Paulo. Nel 1951 diventa rettore della Scuola Superiore di Ulm e direttore della sezione di architettura e della sezione di formazione. Tra gli anni '50 e '60 ha occasione di incontrare numerosi architetti di fama internazionale con i quali inizia importanti collaborazioni e sviluppa progetti. Alla fine degli anni '60 gli vengono dedicate esposizioni retrospettive nei musei di Berna, Hannover, Dusseldorf, l'Aia, Zurigo, Parigi, Grenoble. Tra gli anni '70 e gli '80 Max Bill continua la sua incessante attività teorica ed è continuamente invitato a tenere conferenze in scuole ed importanti atenei. Numerose sue sculture vengono inoltre collocate in spazi pubblici in Europa e all'estero e acquisite nelle collezioni dei più importanti musei del mondo.
Max Bill muore a Berlino nel 1994.

Cataloghi

Colour moves Surface
Sottotitolo: Arcangelo - Olle Baertling - Max Bill - Jean Dewasne - Piero Dorazio - Jon Groom - Paolo Icaro - Paul Jenkins - Victor Pasmore - Pierluca - Piero Pizzi Cannella - Lee Ufan

Catalogo numero: 135
Acquista: 4,00 €
Max Bill
Catalogo numero: 59
Acquista:
Max Bill
Catalogo numero: 30
Acquista: